Utilizzando questo sito accetti l'uso di cookie per analisi e contenuti personalizzati. Approfondisci
Cooperativa CVL
Cooperativa CVL
Cooperativa CVL
Cooperativa CVL
Cerca nel sito   
   

S.A.E.D. SERVIZIO ASSISTENZA EDUCATIVA DOMICILIARE  » Processi di progettazione

Le procedure di seguito esposte si riferiscono alle modalità che, a partire dalla richiesta, determinano l’assegnazione dell’educatore domiciliare e relativo monte ore:

a) Le richieste di un intervento educativo devono pervenire presso il Servizio Sociale del Comune di Lumezzane entro il 30 giugno o il 30 dicembre di ogni anno, su apposito modulo  (Allegato nr 1 )
 

b) Il Servizio Sociale di base provvederà a scegliere l’ente  adeguato alla situazione o, in caso di situazione complessa, fisserà un incontro congiunto con entrambe le cooperative per valutarne la pertinenza

c) Il Servizio Sociale di base invierà all’ente individuato la richiesta scritta su apposito modulo, indicando gli obiettivi generali, la durata dell’intervento, il monte ore settimanale, tutto accompagnato dalla  relazione psico-sociale (Allegato nr 2).

d) Nell’arco di un mese l’ente incaricato dovrà individuare l’educatore domiciliare

e)  il Servizio Sociale di base insieme all’equipe specialistica presenterà il caso all’educatore ed al coordinatore del servizio  e si definirà l’avvio del progetto.

f) L’equipe integrata   presenterà poi l’educatore alla famiglia e si fisseranno i tempi di inizio e di osservazione

g) Dopo un mese dall’attivazione del progetto  domiciliare (fase di osservazione) l’educatore dovrà produrre una relazione comprendente gli elementi di osservazione e le ipotesi di intervento.

h) Sulla base di questi elementi, avrà luogo una prima verifica in cui Famiglia, Equipe Integrata ed educatore,  condivideranno gli obiettivi e le strategie educative  specifiche del Progetto Individualizzato.  

i) L’educatore domiciliare entro un mese redigerà il  PEI, che verrà successivamente consegnato alla famiglia,   ai servizi sociali del comune ed all’equipe specialistica.

j) Ogni tre mesi dall’inizio del progetto, l’educatore dovrà poi produrre una breve relazione o un diario relativo all’andamento del progetto

k) Durante il periodo di attivazione del progetto educativo verranno effettuate verifiche intermedie ogni 6 mesi.

   



Centro disabili Centro diurno disabili ”Il cammino” Centro socio educativo Servizio formazione all’autonomia Ad personam Servizio assistenza educativa domiciliare Tempo libero Comunita socio sanitarie ”Felice Saleri”
Cooperativa CVL

    © Copyright 2009 Cooperativa C.V.L. Caldera Virginio Lumezzane
        Capitale Sociale € 1390 | C.F. 01920880174 - P.IVA 00664940988 | Privacy Policy | Mappa del sito                                                                                    designed by Dexanet